Sono in tanti, dopo tutti gli scontri avuti a scuola, a essere convinti che la matematica non può essere di questo mondo. Questo libro li convincerà ancora di più: dodici microracconti alla Fredric Brown, tutti basati su nozioni matematiche portate alle estreme conseguenze. Nuova edizione, con un’appendice che parla delle opere di fantascienza matematica più famose.

  • 109 pagine
  • tempo di lettura 1-2 ore
  • 1,50 € formato Kindle
  • 7,00 € copertina flessibile

Leggi l’anteprima

La recensione degli ottimi ma un po’ Rudi Mathematici nel numero di ottobre 2021 della loro pregevolissima rivista che vanta innumerevoli tentativi di imitazione

«Papà! Siamo stati bravissimi,
sai? Tutte le figure della nostra
palla sono dei seiagoni!»

” Codogno scrive, letteralmente: “La matematica non è
una scienza, almeno nell’accezione che si dà alla “scienza” negli ultimi quattro secoli: non
si usa il metodo sperimentale, nessuna teoria può sostituire la precedente […] e le verità
matematiche sono indipendenti dalla realtà esterna”. […]
La matematica è a un livello strutturale più profondo di quello della fisica o di ogni altra scienza.
Non si può cambiare “solo una parte” della matematica, perché altrimenti crolla tutta, per intero. Non si può
attendere di vedere gli effetti su alcuni aspetti del mondo come lo conosciamo, perché un universo con una matematica diversa è un universo diverso. Abbastanza curiosa, come situazione, soprattutto tenendo conto del fatto che la matematica si disinteressa dell’universo fisico.”

, , , , , ,
Maurizio Codogno

Sono un matematto divagatore; beatlesiano e tuttologo at large. Scrivo libri per raccontare le cose che a scuola non vi vogliono dire, perché altrimenti potreste apprezzare la matematica.
Li potete trovare qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *