Fantamatematica

Il libro di Maurizio Codogno convincerà chi ha sempre guardato con sospetto la matematica che non è qualcosa di questo mondo: dodici microracconti alla Fredric Brown, tutti basati su nozioni matematiche portate alle estreme conseguenze. Nuova edizione, con un’appendice che parla delle opere di fantascienza matematica più famose.

Il ragazzo venuto dall’Argentina

Non so da dove arrivassero i soldi, ma per mettere su tutta la baracca ce ne vollero tanti. Di certo la maggior parte del personale medico era di Cuba, ma questo non significa niente perché i medici cubani sono sempre stati i migliori del continente. La domanda vera era: perché finanziare in segreto quel colossale progetto di clonazione umana?

Corro

Corro, la città sembra deserta, ma ci dev’essere qualcuno. Mi sembra di sentire delle voci dietro un angolo. Tutte le volte che raggiungo il luogo dal quale mi sembrano provenire non trovo niente.

Clara e la giramondi

“Immagina dei profughi fiorentini del 1500 con una tecnologia per viaggiare a loro piacimento tra le Terre parallele del Multiverso. Che civiltà creerebbero? Ecco, sono loro i “giramondi” di Rinascimento.”

La vendetta del Giudicato

Nel mondo parallelo del Giudicato, la storia ha preso un’altra direzione a causa di un remoto evento. Anche in quella Terra la Prima Guerra Mondiale semina dolore e distruzione in Europa. La piccola isola-stato del Giudicato viene trascinata nel conflitto a causa di un’antica alleanza. Siamo nel 1916 e le truppe del Giudicato combattono una sanguinosa guerra di trincea contro gli austriaci, accanto all’esercito italiano.

L’ispettore delle palafitte

Solo acqua. Acqua a perdita d’occhio. L’idroscivolante sfrecciava rombante sullo specchio d’acqua che qualche anno prima era stato l’area tra Bagnoli di Sopra e Agna. Sino alla grande diga di Bergamo la Pianura Padana era un’unica distesa d’acqua che arrivava all’Adriatico. Anzi, si litigava ancora se quello non fosse già l’Adriatico.

Attesa

Piccolino mio, ti sento. Sento che stai crescendo dentro di me. Come un seme nella notte invernale. Per ora sei solo un soffio caldo e delicato, una brivido lungo la schiena.

Legittima difesa

La donna vestita d’oro puntò la pistola alla testa della pastorella.
– Tu non capirai molto di tutto questo, ma te lo racconto lo stesso. Vengo dal tuo futuro, sono la tua bisnipote.