Forevera Books: un editore sull’orlo della non-esistenza.
Come un gatto di Schrödinger: indeterminabile.

È stata la nostra unica certezza quando abbiamo deciso di pubblicare solo di fantascienza. Per questo motivo, ma soprattutto perché ci piacciono le avventure futili e fini a sé stesse, sfideremo il buon senso con testardaggine e sprezzo del pericolo. Di certo pubblicheremo storie, se possibile nuove e originali, per questo cerchiamo lettori appassionati e autori esigenti.
Cerchiamo spiriti temerari che non disdegnino futuri remoti e improbabili, pandemie, distopie e finali inaspettati. Cerchiamo scrittori che amino i salti nel buio. Cerchiamo divoratori di nuovi mondi.
Offriremo loro storie che contengono dubbi, paure, presentimenti, avventure e sfide. Le stesse sfide che attendono in agguato tutti gli esseri intelligenti in questo universo che è più grande di come l’immaginiamo, più pauroso di come lo temiamo e più bello di come lo vorremmo.
Gli spunti non mancano: abbiamo a disposizione tutti i futuri possibili, tutti i mondi immaginabili, tutti i viaggi che possono essere fatti. Perché ci piacciono le avventure nell’ignoto.
Questa è una delle tante possibili.

Forevera Books – Diete bilanciate per divoratori di mondi‎

Buona lettura

Chi siamo noi per voler scandagliare quanto accade? Siamo qui. Che cos’è la vita, del resto? Perché e per chi si fa questo e quello? Tutto ciò che sappiamo è che siamo qui, vivi ancora, senza far domande.

(Ray Bradbury – Cronache Marziane)

Marco Pagot:
ha studiato lingue orientali, è esperto di cucina giapponese e ikebana. Da sempre appassionato di anime, manga e fantascienza cyberpunk, pubblica racconti di fantascienza dall’età di diciassette anni. Il suo vero nome assomiglia a quello del protagonista di un film Miyazaki ma è solo una coincidenza.

Tadako Okada:
in un’altra vita produttrice e sceneggiatrice di manga. Da otto anni risiede in Italia in una città sul mare della quale adora la cucina tipica e la totale assenza di eventi sismici. Disegna acquarelli di gabbiani e il suo nome letto in un certo modo diventa un palindromo.
La sua pagina instagram

Salvatore Mulliri:
grafico, designer e webmaster di questo sito, il suo riferimento è Karel Thole, leggendario disegnatore di Urania. Scrive racconti per giustificare le bizzarre illustrazioni che realizza da sempre.

Lucia Saetta:
Laureata in oscure discipline, segue con attenzione l’impatto delle nuove tecnologie su economia e società tifando per l’entropia come chiunque abbia letto buona fantascienza. Cura iniziative di scrittura e fumetto nel web. Collabora con una rivista culturale italo-francese e vive con tre emissari di Cthulhu che si fanno passare per gatti. 

Maurizio Codogno:
Un matematto divagatore; beatlesiano e tuttologo at large. Scrive libri per raccontare le cose che a scuola non vi vogliono dire, perché altrimenti potreste apprezzare la matematica.
Li potete trovare qui. Racconta notiziole anche nel sito xmau.com

Isolde Fulke:
Passa il tempo dentro una galleria con una macchina gigantesca che ha effetti bizzarri su cose piccolissime. Pastafariana (nel cuore) della prima ora è anche sacerdotessa della Vera Carbonara con guanciale e pecorino. Il suo vero nome appartiene alla nonna e lo usa solo per le occasioni speciali.

Gianluca Rinaldi:
Laureato in biologia molecolare adesso sta lavorando per ottenere il PhD in Astrochimica. Adora le ambientazioni cyberpunk, i paesaggi deserti e le space opera. In un universo alternativo è titolare di un bar al termine dell’universo, ma in questo si accontenta di attraversare lo spazio e i reami fantastici tramite la letteratura e i videogiochi.

Fantawriter:
Ha studiato Scienze Gnoseologiche al M.I.A e lavora come Counselor per le maggiori Società quotate alla Borsa di Bordeaux. Nel tempo libero, racconta storie di fantascienza attorno a un fuoco digitale, e spera di non essere mangiato dai leoni. Il suo motto è: Hoc est illud punctum quod inter tot gentes ferro et igne dividitur?

Il suo sito personale è fantawriter.wordpress.com

Jabbafar:
Laureato in economia e commercio, dopo essere stato per anni al vertice della catena alimentare, abbandona tutto per arruolarsi nella  Grande Armée de l’Espace. In breve tempo raggiunge il grado di  Maresciallo e il comando della U.S.S Napoléon con cui progetta la conquista di nuovi mondi.