I nuovi lettori chiedono storie che parlino del loro tempo e del loro futuro,
pretendono idee non convenzionali, fuori dagli schemi,
ma soprattutto perché
– come diceva Philip Dick-
la fantascienza è un genere sovversivo, perfetto per chi vuole porre domande scomode.

La fantascienza è per chi ha voglia d’immaginare i mondi che ci aspettano.

Il viaggio della St.Jemis

La Grande Guerra Interplanetaria ha seminato morte e distruzione in tutto il Sistema Solare e i giovani ospiti della scuola spaziale non hanno altra casa che il decrepito vascello spaziale gestito da un vecchio soldato in pensione.

Clara e la giramondi

“Immagina dei profughi fiorentini del 1500 con una tecnologia per viaggiare a loro piacimento tra le Terre parallele del Multiverso. Che civiltà creerebbero? Ecco, sono loro i “giramondi” di Rinascimento.”