Acquistabile in formato Kindle o copertina flessibile su Amazon

“Immagina dei profughi fiorentini del 1500 con una tecnologia per viaggiare a loro piacimento tra le Terre parallele del Multiverso. Che civiltà creerebbero? Ecco, sono loro i “giramondi” di Rinascimento.”

Clara è una ragazzina in gamba con una grande passione per la matematica ed è abituata a ragionare. Eppure quello che scopre il giorno del suo compleanno è inspiegabile. Una ragazza, in tutto e per tutto identica a lei, è comparsa dal nulla davanti al suo letto. L’intrusa dice di chiamarsi Cloe e di arrivare da Rinascimento. Nel mondo di Rinascimento la storia ha preso un’altra direzione: disabitato a causa di un terribile flagello, solo con l’arrivo degli antenati di Cloe – fiorentini dell’epoca di Savonarola – era stato ripopolato.
Cloe è “balzata” su TerraBigia – il mondo che conosciamo – perché ha un problema che solo Clara può risolvere. A differenza di lei, non è molto studiosa e le serve un aiuto per superare un esame essenziale per conquistare il grado di giramondi. Clara accetta, ma in cambio vorrà sapere tutto su questi stravaganti individui che possono viaggiare tra le Terre del Multiverso.

  • 241 pagine, formato paperback
  • tempo di lettura 3-4 ore
  • 2,99 € formato Kindle (0,00 € Kindle Unlimited)
  • 9,10 € copertina flessibile

Il libro è interessante scorrevole e ben scritto, non è ne troppo lungo da mollarlo e ne troppo corto da finirlo in due giorni. C’è il giusto di suspance e non molto prevedibile, a me è piaciuto molto e spero che continui a scrivere!

Francesco F. 13 anni *****
(recensione su Amazon)

Comincio con la recensione di mia figlia undicenne, visto che il libro ha come target principale le ragazze: “È molto molto bello”. Visto che aveva letto in una giornata la seconda metà, ho cercato di tirarle fuori qualche parola in più, aggiungendo “ma a te non piacciono i libri di fantascienza!” al che la risposta è stata “sì, ma questo è diverso…” Preso atto che la sua carriera di recensora non è ancora sbocciata, mi sa che tocchi a me parlare del libro. Dopo averlo letto, capisco perché possa piacere alle ragazze: la storia è indubbiamente di matrice fantascientifica, con la possibilità di viaggiare tra mondi paralleli, ma è anche indiscutibilmente legata al presente, con Clara che fa i video Instagram dove spiega la matematica e tra un’avventura e l’altra manda messaggi Whatsapp a sua zia per rassicurarla che sta andando tutto bene – cosa che ovviamente non è vera, sennò che storia sarebbe? D’altro canto non si può certo dire che si tratti di chick-lit: come dicevo, l’ambientazione di base è fantascientifica. Consiglio insomma la lettura a grandi e a meno grandi: sono sicuro che si divertiranno. Piccolo spoiler finale: il libro termina con Estrema Riluttanza.

Maurizio Codogno su “Notiziole di.mau”
, , , , , , , , , , , , , ,
Marco Pagot

Ha studiato lingue orientali, è esperto di cucina giapponese e ikebana. Da sempre appassionato di anime, manga e fantascienza cyberpunk, pubblica racconti di fantascienza dall’età di diciassette anni. Il suo vero nome assomiglia a quello del protagonista di un film Miyazaki ma è solo una coincidenza.

1 Comment

  1. Letto, bella storia, mi sono divertito molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *