Subnautica – La recensione

Subnautica è un videogioco di sopravvivenza cosiddetto open world (ovvero si sviluppa in un unico livello tutto esplorabile e del quale ogni parte rimane sempre accessibile). Pubblicato nel 2018 da Unknown Worlds Entertainment fu all’epoca molto innovativo per l’ambientazione aliena principalmente subacquea, come d’altronde si intuisce dal titolo.

La cassaforte aliena

A circa sessanta chilometri dalla città – in realtà uno sparuto gruppo di fattorie e un emporio con ufficio postale- due guardaparco nel loro giro di perlustrazione avevano trovato in un canyon un grosso parallelepipedo di metallo coperto da incisioni incomprensibili. I due si dissero convinti che fosse una specie di cassaforte

Clara e la giramondi

“Immagina dei profughi fiorentini del 1500 con una tecnologia per viaggiare a loro piacimento tra le Terre parallele del Multiverso. Che civiltà creerebbero? Ecco, sono loro i “giramondi” di Rinascimento.”

La vendetta del Giudicato

Nel mondo parallelo del Giudicato la storia ha preso un’altra direzione a causa di un remoto evento. Anche in quella Terra la Prima Guerra Mondiale semina dolore e distruzione in Europa. La piccola isola-stato del Giudicato viene trascinata nel conflitto a causa di un’antica alleanza. Siamo nel 1916 e le truppe del Giudicato combattono una sanguinosa guerra di trincea contro gli austriaci, accanto all’esercito italiano.